BEATRICE VIOLA: l’esperienza alternanza scuola-lavoro

Circa tre mesi fa abbiamo iniziato un percorso di alternanza-scuola lavoro che ci ha portato, in questi primi giorni di Giugno, a realizzare un vero Ufficio Stampa all’interno dei Campionati Assoluti di scherma di Gorizia.

 Data la scarsa organizzazione scolastica, rispetto al numero di ore obbligatorie, le mie scarseggiavano e così, quando mi è stato proposto di partecipare a questo corso, l’unico motivo che mi ha spinto ad accettare è stata la speranza di poter finire finalmente queste 200 ore. Quando poi il progetto è iniziato si è rivelato molto diverso da tutti gli altri.

Cinzia Lacalamita e Igor Damilano, in qualità di insegnanti, ci hanno accompagnato lungo un percorso in cui non solo ho imparato le regole basilari del giornalismo, ma anche a mettermi in gioco, affrontando paure e limiti.

In questi giorni di gare, l’attività intensa non ci ha fermato, anzi, dopo qualche richiamo, siamo ripartiti più forti e uniti di prima. All’inizio degli altri ragazzi conoscevo a malapena il nome mentre ora, dopo diversi pomeriggi passati insieme, siamo diventati una vera e propria squadra, all’interno della quale ognuno ha un compito specifico, che però è anche disposto a cambiare per aiutare tutti gli altri. Il mio ruolo è quello di caporedattore, che consiste nel correggere gli articoli controllando errori grammaticali e di punteggiatura. È stato un compito molto interessante anche se, dato che eravamo in molti e il tempo impiegato per correggere non era eccessivo, ho avuto la possibilità di assistere agli assalti di scherma ed avvicinarmi ad uno sport che non conoscevo affatto.

Assistere alle gare paralimpiche è stata un’emozione unica. Vedere la forza con la quale affrontano ogni assalto mi ha fatto riflettere e crescere, aprendo gli occhi su situazioni che dobbiamo smettere di far finta che non esistano.

Beatrice Viola

4 AL – Liceo Classico “Dante Alighieri”

Spread the love

Commenti chiusi