Intervista a Giulia Giorgione

Intervista a Giulia Giorgione, schermitrice specializzata nella disciplina della spada.

 

Santi:«Che aspettative hai dagli Assoluti 2017?»

Giorgione: «Non lo so, è il secondo anno che partecipo e cerco di far coincidere scuola e allenamenti.»

«Riesci a far coincidere tutto?»

«Si si, faccio l’università, la facoltà di medicina.»

«Hai scelto una facoltà impegnativa! »

«Si si abbastanza, ma riesco comunque ad allenarmi tutti i giorni»

«C’è qualche avversario che temi particolarmente?»

«La verità, tutti quelli dell’esercito e dell’aeronautica.»

«Qual è il tuo prossimo obbiettivo?»

«Rientrare almeno nei 16, però adesso si pensa alle prove dirette.»

«Come ti prepari ad un incontro?»

«Prendo degli integratori, delle barrette, non ascolto musica di solito, faccio un po’ di streatching e gli affondi. »

«Sei scaramantica?»

«Si si, abbastanza!»

«Quanti anni sono che pratichi a livello agonistico questo sport?»

«Da quando ho otto anni»

«Chi ti ha spinta a iniziare questo sport, chi ti ha trasmesso la passione?»

« Io sono di Vercelli, la scherma è famosa, una tradizione, c’è stato Bertinetti che ha vinto le olimpiadi. Con la scusa che la palestra dove si tengono gli allenamenti di scherma è vicina casa mia, un giorno sono entrata ho fatto un mese di prova, mi è piaciuto molto e ho continuato»

«La tua vittoria preferita fino ad ora?»

«Quando sono arrivata terza, alla seconda prova dei Campionati Italiani.»

«A chi l’hai dedicata?»

«A nessuno in particolare, ho ringraziato chi mi è stato vicino e mi ha sostenuto, cioè il mio maestro, la mia famiglia e i miei amici.»

Francesca Santi

4C – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Photo by Francesca Kenda – 4A Liceo Classico “Dante Alighieri”

Spread the love

Commenti chiusi