Intervista a Luigi Samele

Luigi Samele è uno schermidore italiano, specialista della sciabola. Ha partecipato ai giochi olimpici di Londra, ai Mondiali di Parigi, agli Europei e alla Coppa del Mondo. Ha gareggiato anche alle Universiadi, ai Giochi del Mediterraneo e ai Campionati Italiani. Nelle categorie giovanili ha giocato anche ai Mondiali di Plovdiv e Taebek, agli Europei di Tapolca e Monza, alla Coppa del Mondo Under-20, ai Campionati italiani giovanili e ai Campionati Universitari di scherma. Ha conquista sempre i primi posti in classifica.

 

COME TROVA CHE STIA ANDANDO QUESTA GIORNATA?

Per adesso bene, è ancora presto per dirlo perché devo ancora iniziare delle gare però non mi lamento.

QUAL È LA COSA CHE PREFERISCE DELLA SCHERMA?

È una domanda difficile, perché io faccio scherma da quando ero bambino, per cui è diventata proprio la mia vita. Posso dire che la cosa che mi colpisce di più è sicuramente l’educazione che ti dà. È un’ educazione che non ti danno i genitori o la scuola o niente altro.

CHE RAPPORTO HA CON IL SUO ALLENATORE?

Ottimo! Siamo amici fuori dalla palestra e quando ci alleniamo c’è un importante impegno lavorativo che ci distanzia come figure però gli voglio un gran bene.

QUAL È STATA L’ESPERIENZA SPORTIVA CHE L’HA SEGNATA DI PIÙ?

Sicuramente la vittoria della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra è stato il raggiungimento di un sogno, che ora ho messo da parte per cercare di raggiungerne altri.

QUALI SONO I SUOI OBBIETTIVI NELLA SCHERMA?

Vincere qualche medaglia, si spera.

Sofia Munafò

3C – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Photo by Jasmine Girolami – 4A Liceo Classico “Dante Alighieri”

Commenti chiusi