Intervista a Rolando Parmesani

 

Rolando Parmesani, responsabile della sezione scherma e uno dei principali fautori di questi assoluti, ha rilasciato un’intervista per dare il suo parere generale su questo evento.

 

Quanto ha sperato che questi assoluti si realizzassero a Gorizia?

Non ho sperato perché sapevo che sarebbero arrivati.

Ci sono state delle difficoltà nel realizzare questa manifestazione?

La risposta seria è che ovviamente ci sono state delle complicazioni come qualsiasi attività non banale, ma si sono risolte.

È contento di come di come è riuscita l’organizzazione o si poteva puntare a qualcosa di più?

Si può sempre fare meglio, sono globalmente contento considerando che è la prima esperienza dopo tanto tempo di una manifestazione di questo tipo.

Cosa pensa del fatto che è una delle prime volte che anche i giovani partecipano a un progetto così importante?

Non penso nulla. Guai se i giovani non avessero partecipato.

C’era qualche gara a cui voleva assistere?

Ho assistito a dei bellissimi assalti, alcuni me li sono persi per motivi di lavoro. A quelle che ho assistito sono rimasto soddisfatto sia dal punto di vista paralimpico che da quello dei normodotati.

Se dovesse dare un voto a questi assoluti, quale sarebbe?

Se faccio il professore cattivo do un sei di incoraggiamento perché ci sono tante cose che si possono fare meglio. Considerato appunto il fatto che siamo delle matricole su questo tipo di manifestazione diciamo che forse un voto lo dovrebbero dare gli altri.

 

Alessandro Vescini

3A – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Photo by Marco Geraci – 3A Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Commenti chiusi