Intervista subito dopo l’incontro – Filippo Macchi

Santi: «Saresti disponibile a fare una piccola intervista?»

Macchi: «Va bene! »

Santi: «Cosa pensi dell’ultimo incontro? »

Macchi: «Penso che se avessi fatto accendere una luce e basta l’avrei vinta. »

Santi: «Ho visto che sulla pedana eri un po’ agitato. »

Macchi: «Sì, perché sono al secondo anno cadetti e sono qua a tirare con un big della scherma ed oltre ad essere un assalto difficile, qua conta, ovviamente, vincere. Secondo me il nome sulle spalle conta abbastanza. »

Santi: «Quindi hai qualche aspettativa da questi assoluti? »

Macchi: «Di rifarli meglio il prossimo anno. »

Santi: «E per quanto riguarda il prossimo incontro? »

Macchi: «Non ci sarà, perché ho perso. »

Santi: «Comunque sei soddisfatto di come sono andati? »

Macchi: «Sì certo, è il primo anno che faccio una gara di questo livello e prima ho vinto con un ragazzo forte che ha fatto gli Europei e i Mondiali. In definitiva è stata una bella esperienza e sono contento, ma avrei potuto fare di più. »

Santi: «E cos’è che ti ha fatto appassionare a questo sport? »

Macchi: «Il mio maestro è mio nonno, quindi possiamo dire che la scherma è uno sport di famiglia. »

Santi: «Va bene, grazie mille! »

Macchi: «Grazie a te! »

 

Francesca Santi

4C – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Photo by Laura Agostini – 4A Liceo Classico “Dante Alighieri”

Spread the love

Commenti chiusi