Dopo la prima mattinata di qualificazioni per gli Assoluti di scherma 2017, che si sono tenute presso il padiglione fieristico di Gorizia, si è arrivati alle prime finali nelle categorie individuali di spada maschile, fioretto maschile e sciabola femminile tenute presso la prestigiosa sede dell’Unione Ginnastica Goriziana, che è alla vigilia dei suoi 150 anni. Presenti le autorità e il Sindaco Ettore Romoli, che definisce quest’evento il più grande in assoluto in ambito sportivo degli ultimi 10 anni.

I protagonisti del primo assalto Paolo Pizzo, vincitore della medaglia d’oro nel 2011, e Marco Fichera vincitore dell’argento alle Olimpiadi di Rio 2016, hanno fin da subito trasportato l’intero palazzetto nel clima delle competizioni professionali. Tanta la tensione per questi atleti portata dall’ ambizione di vincere ancora. L’incontro si è concluso a favore di Marco Fichera, che con un 15 a 12 si è riscattato nella terza parte del incontro con un assalto abbastanza aggressivo.

A seguire la finale nella specialità del fioretto che ha visto scontrarsi Francesco Trani contro Alessio Foconi, il quale è riuscito a strappare i punti della vittoria vincendo con un 15 a 12: “Queste gare degli assoluti di scherma sono stati un bel rodaggio mente-corpo, sono riuscito a esprimere la migliore scherma che potevo oggi e mi sono preparto al meglio per gli europei della prossima settimana”.

Infine, l’unica finale femminile della giornata si è disputata tra Caterina Navarria e Chiara Mormile che ha vinto con un netto 15 a 7: “Questa vittoria la devo a me stessa per essere stata capace di non mollare mai anche dopo una coppa del mondo andata molto male la scorsa settimana”.

Chiara Marino

4BL – Liceo Linguistico “Scipio Slataper”