PETRA BAUZON: l’esperienza alternanza scuola-lavoro

Un’esperienza indimenticabile. Tutto è incominciato il giorno in cui a scuola ci hanno proposto di partecipare al progetto di alternanza scuola-lavoro presso gli Assoluti di Scherma. Le opzioni erano due: grafica oppure comunicazione. Istintivamente ho scelto comunicazione. Ero incuriosita dalla possibilità di prendere parte a una redazione giornalistica di un evento tanto rilevante. C’è tuttavia un’altra motivazione che mi ha spinta a intraprendere questo percorso: il fatto di mettermi in gioco, sfidando la mia timidezza, e imparare a comunicare al meglio.

Al primo incontro pomeridiano nella sede dell’UGG, ad Aprile, eravamo perlopiù 40 sconosciuti. Ora siamo un gruppo coeso ed efficiente, che si diverte pur non venendo meno al proprio dovere.

A condurci in questo percorso Cinzia Lacalamita e Igor Damilano. Per due mesi ci hanno formati, ci hanno preparati soprattutto mentalmente a ciò che ci aspettava. Abbiamo affrontato svariati temi; disabilità, deontologia professionale, gerarchia di una redazione…

Nonostante tutto ciò la mattina del 07/06, il primo giorno sul posto, alla Fiera di Gorizia,ha regnato il caos più totale. Per fortuna sono accorsi immediatamente Igor e Cinzia a rimetterci in carreggiata e a farci ragionare con una meritata lavata di capo. Dopo aver fatto mente locale, abbiamo reingranato la marcia e abbiamo iniziato ad inserire un articolo dopo l’altro. Alle 17.06 del secondo giorno abbiamo già raggiunto il traguardo di 100 inserimenti.

Nonostante stanchezza, stress e pressione, che non nego essere stata tanta, la soddisfazione ed il divertimento sono inappagabili.

Sono veramente felice di aver aderito a questo progetto e non me ne pentirò mai. È stata un’esperienza senza eguali, sia dal punto di vista formativo che dal punto di vista umano. Ho imparato a lavorare in squadra, a capire meglio il mondo del lavoro e a comunicare con coetanei e professionisti, ma soprattutto ho conosciuto molte persone nuove con cui ho stretto amicizia. Ho imparato a confrontarmi rispettosamente con il diverso e a non creare io stessa la diversità.

Un ringraziamento ai professori e all’UGG, ma soprattutto ai nostri tutor Igor e Cinzia.

Anche se a volte ci hanno esasperato e spinto al limite, sono stati sempre disponibili a risolvere qualsiasi nostro dubbio e problema.

Schierati sempre in prima linea per difenderci, sono stati come dei fratelli maggiori. Non hanno fatto i tiranni, tutt’altro. Hanno sempre chiesto il nostro parere, ci hanno dato parola e hanno valorizzato le nostre idee e proposte.

Consiglio vivamente a chiunque un’esperienza del genere, è impossibile pentirsene.

Petra Bauzon

3C – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Spread the love

Commenti chiusi