Santi: «Come stanno procedendo le gare?»

Corubolo: «Le gare devo dire che stanno procedendo, il che è la cosa più importante. In questo periodo faticosamente per noi, però insomma ci aspettavamo che ci fosse un impegno del genere, speriamo che tutto si risolva positivamente e che tutti i problemi che man mano si pongono si risolvano e non ci siano accumuli o strascichi negativi.»

Santi: «Si aspettava qualcosa di diverso?»

Corubolo: «No, mi aspettavo esattamente quello che è, cioè molta fatica, difficoltà e siamo comunque apprezzati per cercare di risolvere i problemi e quindi pensiamo che tutto poi alla fine andrà bene e potremo essere orgogliosi di aver organizzato un evento del genere.»

Santi: «Quindi possiamo dire che è soddisfatto?»

Corubolo: «Sì, stanco ma soddisfatto.»

Santi: «Il suo campione preferito?»

Corubolo: «Devo dire una cosa, dovendo lavorare e organizzare, io non ho avuto modo di vedere nessuno che tira in questo momento per le necessità organizzative.»

Santi: «C’è qualcuno che freme di vedere?»

Corubolo: «Allora, sicuramente nell’ambito paralimpico Bebe Vio e negli altri ambiti Garozzo mi piacerebbe vedere.»

Francesca Santi

4C – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”