Quattro giornate, la bellezza di un ricordo

 

Quest’anno Gorizia ha avuto l’onore di ospitare, da mercoledì 7 a sabato 10 giugno, i Campionati italiani Assoluti di scherma che hanno visto la partecipazione di numerosi atleti, più precisamente 42 nell’arma maschile e altrettanti in quella femminile, che hanno gareggiato sia individualmente, sia a squadre.

In contemporanea si sono svolte anche le gare paralimpiche a cui hanno preso parte molti atleti, tra cui l’attesissima campionessa olimpionica Bebe Vio, medaglia d’oro a Rio 2016.

È la prima volta che a Gorizia si svolge un evento di simile portata e prestigio per quanto concerne il mondo della scherma.

Tutte le gare hanno avuto luogo nei padiglioni del quartiere fieristico, ad eccezione delle finali della prima giornata che, invece, sono state ospitate nella prestigiosa sede dell’UGG. Con tale scelta, spiega il sindaco Romoli, si è voluto valorizzare da una parte la storica sede dell’Unione Ginnastica Goriziana, dall’altra la funzionalità dell’ente Fiera.

Questo straordinario evento ha rappresentato una grande occasione per ridare vita ad una città troppo spesso criticata per via delle poche manifestazioni sportive e culturali e rilanciarla a livello nazionale ed internazionale; ha rappresentato anche un’ottima opportunità per avvicinare giovani e adulti al mondo della scherma, considerata da molti uno sport di nicchia, in particolar modo in una città come Gorizia che non gode di una grande tradizione schermistica.

Queste intense giornate di sport hanno regalato moltissime emozioni e soddisfazioni, non solo per gli atleti, ma anche per tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione e alla buona riuscita dell’evento, tra cui i ragazzi del Polo Liceale “Aligheri” che si sono occupati della parte comunicativa realizzando una vera e propria redazione giornalistica, producendo e pubblicando ogni giorno interviste, foto, video, articoli ed editoriali.

La manifestazione è stata memorabile per tutti e ha lasciato un ricordo indelebile nei cuori di chi vi ha preso parte.

Claudia Palatiello, 3 BL – Liceo classico “Dante Alighieri”

Spread the love

Commenti chiusi