Intervista ad Elisa Hoban, consigliere dell’Unione Ginnastica Goriziana
Roberto Sartori: Elisa Hoban, come stanno procedendo questi assoluti secondo lei? Elisa Hoban: “Oggi era la giornata clou e direi che è venuta benissimo: Bebe Vio ha attirato un sacco di persone e gli enti vicino a noi erano presenti e molto contenti.”

C’è qualcosa che avrebbe voluto cambiare o è pienamente soddisfatta del lavoro eseguito?  “Sono contenta del lavoro svolto, ma quello su cui dobbiamo lavorare è il momento pre-gara: l’organizzazione nella parte che precede ogni match deve migliorare sicuramente.”

I ragazzi che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto degli assoluti di scherma, attraverso il progetto dell’Alternanza Scuola-Lavoro, meritano dei ringraziamenti? “Questo è il mio fiore all’occhiello, nel senso che questo progetto lo ho creato io. Sono dell’idea che quando c’è un grande evento bisogna coinvolgere il territorio e UGG, essendo rivolta soprattutto ai ragazzi, voleva contornarsi di questi giovani per la durata degli assoluti. Ovviamente per un lavoro del genere, ovvero campagna di comunicazione, assistenza ai campi e grafica, non potevamo rendere partecipi i bambini e quindi abbiamo insistito sul target dei ragazzi dai 16 anni in su e sono super contenta. È stato emozionante vederli all’opera.”

Auguriamo un in bocca al lupo agli atleti che ancora devono gareggiare? “Auguriamo un grande in bocca al lupo agli schermidori che devono ancora scontrarsi e un che vinca il migliore… ma non solo! Avevo la volontà di riferire ai ragazzi che vorremmo ancora collaborare con loro e che abbiamo svariati progetti in cui coinvolgerli nuovamente.”

 

Roberto Sartori

3A – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”

Photo by Jasmine Girolami – 4A Liceo Classico “Dante Alighieri”