Intervista a Gabriele Leopizzi, schermidore paralimpico di categoria B della società lombarda Mangiarotti, specialista nella spada e campione italiano del 2015.

 

Giustizieri: Come sta andando la permanenza e il campionato qui a Gorizia?

Leopizzi: Oggi che è la prima giornata diciamo che solo al primo assalto ho perso 5-4 quindi solo per un punto, sono stato un poco sfortunato, però gli altri assalti li ho vinti quindi dovrei essere tra i primi quattro nel ranking, quindi abbastanza bene diciamo.

Giustizieri: Capito. Della location, cosa ne pensa?

Leopizzi: La location è bella spaziosa. A differenza di altre gare non siamo tutti incollati, ognuno ha il proprio spazio per riscaldarsi, stare da soli.

Giustizieri: So che l’anno scorso i campionati italiani assoluti di scherma sono stati fatti a Roma e il prossimo anno saranno a Milano. Quest’anno sono a Gorizia che è una città più piccola e meno importante. Cosa ne pensa di questa cosa?

Leopizzi: Secondo me è una cosa positiva perché di solito nelle piccole cittadine c’è più tranquillità, quindi a differenza delle grandi città, dove c’è caos e tanta gente, magari un atleta non riesce a concentrarsi come vorrebbe. Invece magari qui che c’è solo la scherma si è concentrati solo su quello.

Giustizieri: Lei come e quando ha iniziato a praticare la scherma?

Leopizzi: Io ho iniziato a fare scherma sei anni fa, dopo un incidente stradale sono stato ricoverato in Unità Spinale a Milano Niguarda. Lì ho iniziato a fare scherma come avviamento allo sport però solo quattro ore a settimana, poi col tempo quando ho visto che potevo avere possibilità di andare avanti ho cambiato società in modo tale da potermi allenare tutti i giorni o quasi.

Giustizieri: Lei studia o fa altro?

Leopizzi: Sì, io per ora sono concentrato solo sulla scherma, comunque ho iniziato a fare informatica. Diciamo che cerco di fare un po’ tutto ma è sempre difficile.

Giustizieri: Scusami, mi sono dimenticato di darti del tu. Comunque, quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

Leopizzi: Magari fare bene questa gara fino alla fine, anche la gara di domani e dopo tra un mesetto ci sarà una gara di coppa del mondo a Varsavia. Faremo questa gara della coppa del mondo con la nazionale, infatti ci sono qui altri miei compagni di nazionale che ci saranno anche lì. Ci sarà sia l’individuale che le gare a squadre dove cercheremo di dare il meglio.

 

Manuel Giustizieri

3C – Liceo scientifico “Duca degli Abruzzi”

Photo by Beatrice Viola – 4A Liceo Classico “Dante Alighieri”