Roberto Sartori: Sabrina Caruso, che ruolo hai avuto in questi assoluti?

Sabrina Caruso: “Sono stata chiamata per fare la hostess, per accompagnare gli atleti in pista e premiarli a fine gara.”

Abbiamo avuto un giudizio sulla gara da parte di tecnici, atleti, arbitri, pubblico. Qual è invece il tuo punto di vista di questi campionati?

“Posso dire che questo tipo di evento è un evento raro e bellissimo. È stato pieno di emozioni, tra gli incontri con i maggiori esponenti della scherma nazionale ed internazionale e momenti anche non relativi alla scherma ma che comunque hanno toccato i cuori di tutti i presenti. Io sono una appassionata di scherma ed è bellissimo vederli tirare dal vivo, molto più che dalla televisione.

Se tu tornassi indietro al momento in cui ti hanno fatto la proposta di venire come hostess, di aprire e chiudere le gare anche di premiare questi campioni, la accetteresti di nuovo? Perché?

“Le mie aspettative erano grandi per un evento del genere, ero emozionata e timorosa per il ruolo che avrei dovuto avere. Nonostante questo, siamo arrivati praticamente alla fine di questi campionati e tutte le aspettative che avevo sono state sorpassate. Se potessi lo rifarei due, tre, quattro volte se mi venisse richiesto… anche domani!”

 

Interview to Sabrina Caruso, hired for the “Assoluti di Scherma 2017”.

Sartori: Sabrina Caruso, what was your task during this competition? 

Caruso: I was hired to help out, to accompany the athletes and give them their prize at the end of the competition.

Sartori: We have asked the opinion on the event to technicians, athletes, referees and to the audience. What is your point of view on this competition?

Caruso: I can say that this kind of event is uncommon and very interesting. There were many emotional moments: the matches between the most famous fencers and also moments unrelated to fencing but that were able to move everyone’s heart. I am passionate about this sport and it is amazing seeing the matches live, much more than on television.

Sartori: If you could turn back time to when they asked you to help out, be responsible for initiating and ending the matches and give the prizes to these champions, would you accept it again? Why?

Caruso: My expectations were high for an event like this, I was excited and fearful due to my task. Even so, the championships are almost over and everything exceeded​ my expectations. If I had the chance, I would do it again…even right away!

intervista di Roberto Sartori 3A – Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”
traduzioni di Alessia Rupp – 3B – Liceo Classico “Dante Alighieri”
foto di Alessandro Vescini – 3A Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi”